Idee vacanza

MUSEO DEL LABORATORIO FARMACEUTICO FOLETTO


Il laboratorio, creato e gestito a fianco dell'attività di farmacia, è stato, in epoca pioneristica, una vera officina farmaceutica, seppure in formato ridotto. Ampia e variegata era la produzione che spaziava dalle fiale iniettabili agli sciroppi di frutta attraverso molte specialità medicinali registrate, ma con il passaggio delle due guerre e col rapido mutare dei tempi, parecchi oggetti sono andati in disuso lasciando il posto al prodotto industriale dei nostri giorni. I farmacisti Foletto continuano a produrre con la stessa cura e professionalità ormai secolare sciroppi e liquori (che potete conoscere visitando le pagine del sito riferite ai prodotti), e v'invitano a visitare questo piccolo museo, per un "assaggio" dei tempi andati e presenti, che consente di mantenere intatta una nostalgia ed un affetto per le cose realmente artigianali. All'entrata del museo è ben visibile un mortaio risalente al Settecento, composto da pietre differenti a secondo del loro impiego, mentre nelle vetrine sono esposte fiale, alambicchi, sterilizzatori e bilance, tra le quali una destinata a pesare sostanze velenose che, proprio per questo specifico uso, è dotata di piatti realizzati in osso, affinché non venissero corrosi. Nella sala sono inoltre ospitati diversi e curiosi macchinari meccanici: quello per tagliare ed arrotolare le garze, quello per produrre pastiglie o quello per riempire i tubetti di dentifricio o di altre sostanze.

More Info



GARIBALDI E LA VALLE DI LEDRO


La Valle di Ledro è stata da sempre la via di comunicazione privilegiata tra Brescia ed il Garda, non soltanto per i commerci in tempo di pace, ma anche per gli eserciti che in tempo di guerra potevano utilizzare una via rapida e sicura per superare i valichi di Ponte Caffaro e del Forte d'Ampola. Inoltre la Valle si è trovata ad essere zona di confine tra il Regno d'Italia e l'Impero Austro-Ungarico dai primi anni del 1800 alla fine della Prima Guerra Mondiale con evidenti conseguenze soprattutto per la stabilità dei paesi e la sicurezza della popolazione locale. Già nel 1866, la Val di Ledro e in particolar modo la località di Bezzecca furono protagoniste degli scontri tra garibaldini e austriaci durante la III guerra d'indipendenza, vinti dai primi. Quando il 9 agosto giunsero la notizia dell'armistizio tra Italia ed Austria e l'ordine del generale La Marmora di ritirarsi dal Trentino, proprio dalla piazza di Bezzecca, Giuseppe Garibaldi rispose, con l'ormai famoso "Obbedisco". Durante la Grande Guerra la Val di Ledro si è trovata di nuovo tra l'artiglieria italiana e l'esercito asburgico, conservando ancora oggi interessanti camminamenti che conducono alle zone fortificate lungo entrambi i versanti.

More Info





 
Appartamenti Ledro Appartamenti Garda Altro In vendita
Last minute Offerte speciali